Produzione

Produzione

Conceria Junior presta particolare attenzione all’ambito produttivo rappresentando oggi una delle rare realtà italiane ed estere che lavora a ciclo completo. In tutte le fasi produttive sono stati svilippati sistemi per la gestione ed il recupero delle risorse naturali e dei rifiuti prodotti salvaguardando così l’ambiente di lavoro e la salute dei lavoratori. Nel sistema produttivo di Conceria Junior si assistono a diverse fasi.

RIVIERA
CONCIA E RICONCIA
ASCIUGATURA E RIFINIZIONE
MISURAZIONE E TESTING

RIVIERA

La prima fase è di preparazione alla concia. Le pelli, giunte in conceria allo stato grezzo, vengono sottoposte a diversi trattamenti preliminari che preparano a ricevere le sostanze concianti: dal disallaggio (per eliminare il sale e recuperare il grasso sottocutaneo) alle operazioni di reinverdimento (per reidratare, detergere e solubizzare parte delle proteine globulari), depilazione (per rimuovere il pelo), calcinazione effettuata nei bottali (per rilassare e rigonfiare le fibre delle pelli) alle operazioni meccaniche di scarnatura (per asportare il grasso e parte del tessuto sottocutaneo), rifilatura (per elimanare le parti superflue e donare un contorno definito al bordo della pelle) e spaccatura (per uniformare lo spessore e rendere la pelle più adatta alle lavorazioni successive).

CONCIA E RICONCIA

Questa fase comprende inizialmente una serie di lavorazioni eseguite in bottale. Decalcinazione (per ridurre il rigonfiamento delli pelli eliminando la calce in eccesso e facilitando la penetrazione dei  concianti), macerazione (per migliorare l’apertura delle fibre), pickel (per portare le pelli a valori di ph acido in modo da favorire l’azione dei concianti), concia (per rendere la pelle imputrascibile, conferire resistenza ad acidi, alcali ed acqua, conferire resistenza idrotermica e migliorare le caratteristiche meccaniche). In base al loro aspetto le pelli vengono divise in “wet blue“, colorazione dovuta all’utilizzo del cromo e “wet white” se conciante senza cromo. Prima di procedere alla fase successiva le pelli vengono sottoposte ad alcune operazioni di preparazione alla riconcia, dalla pressatura (per comprimere la pelle al fine di ridurne il grado di umidità), spaccatura (nel caso non siano già state spaccate in trippa) alla rasatura (per conferire alle pelli uno spessore uniforme su tutta la superfice). Una volta conciate le pelli vengono nuovamente inserite nel bottale e sono pronte per le lavorazioni successive. Riconcia (per dare consistenza alle pelli garantendo specifiche proprietà fisiche), tintura (per conferire alle pelli il colore richiesto), ingrasso (per offrire alle pelli pienezza, morbidezza e migliorare alcune caratteristiche come la resistenza allo strappo).

ASCIUGATURA E RIFINIZIONE

Prima di procedere alle operazioni di ascigatura avviene la messa a vento che permette l’eliminazione dell’acqua in eccesso e delle pieghe della pelle. A seguito di questo trattamento le pelli tinte vengono asciugate utilizzando diverse modalità in funzione alle caratteristiche richieste dall’articolo finale (essicazione sotto vuoto, essicazione ad aria ed essicazione su telaio). Una volta asciugate le pelli vengono palissonate. Il palissone è un macchinario specifico usato per ammorbidire la pelle attraverso operazioni di stiramento. Le pelli asciugate e palissonate sono definite “pelli in crust“.  Segue la fase della rifinizione composta da una serie di lavorazioni meccaniche e trattamenti chimici superficiali che hanno lo scopo di nobilitare l’aspetto della pelle e proteggerne la superfice. Sono operazioni che vengono eseguite secondo un ordine che varia in base alle caratteristiche richieste dall’articolo finale. Smerigliatura (per eliminare i difetti della pelle e ottenere un effetto vellutato), spruzzatura di prodotti come  coloranti, resine e cere (per conferire alla pelle particolari effetti estetici), follonnaggio (per ottennere pelli più morbide attraverso l’operazione di bottalatura a secco) e stiratura (per definire il grado di lucidità della pelle).

MISURAZIONE E TESTING

Prima di procedere alla fase di misurazione il personale qualificato procede alla selezione delle pelli secondo precisi criteri stabiliti con il cliente. La superfice della pelle viene misurata e riportata, grazie a un’etichetta, nel lato carne della pelle. L’appoggio a laboratori di analisi, dotati di strumentazioni all’avanguardia conclude il ciclo produttivo di Conceria Junior garantendo: Analisi di ciascun lotto prodotto per controllare i requisiti prestazionali richiesti durante tutte le fasi del processo produttivo, test specifici per i settori calzatura, pelletteria e selleria seguendo le normative europee e internazionali, controlli dei requisiti dei prodotto chimici e interazioni e collaborazioni con i tecnici di reparto per lo sviluppo di articoli e la ricerca di nell’innovazione di processo.